Cose da sapere su MoneyFarm

Chi è interessato a conoscere le modalità di funzionamento di MoneyFarm e i vantaggi che possono derivare dal suo utilizzo può trovare molto utile provare a leggere le recensioni che gli utenti del servizio hanno lasciato su Internet. Prima, però, può essere utile sapere come funziona la piattaforma, che prevede la sottoscrizione di un abbonamento i cui costi sono variabili a seconda degli investimenti che si è disposti ad effettuare. In particolare, per gli importi che non superano i 3.000 euro sono applicate sul capitale che viene investito commissioni dell’1.25%; per gli importi che vanno dai 3.000 ai 200.000 euro sono applicate sul capitale che viene investito commissioni dello 0.7%; per gli importi di più di 200.000 euro, infine, sono applicate sul capitale che viene investito commissioni dello 0.5%,

Come si può notare, quindi, i costi del servizio sono chiari e trasparenti, è questo è uno degli aspetti che vengono messi maggiormente in evidenza dalle opinioni su MoneyFarm. Gli utenti non devono fare altro che sottoscrivere un abbonamento la cui fee è da pagare una volta ogni tre mesi e include i costi di transazione, quelli di consulenza e quelli di tenuta conto. Si può decidere di cancellare l’abbonamento in qualunque istante e ottenere senza costi ulteriori la liquidazione dell’investimento.

Anche dal punto di vista della tassazione, le opinioni su MoneyFarm sono piuttosto positive e pongono l’attenzione sulla semplicità e sulla fluidità delle procedure. MoneyFarm Italia rappresenta il sostituto di imposta, il che significa che non ci si deve preoccupare di niente in occasione della dichiarazione dei redditi, visto che è la branch italiana di MFM Investment LTD a occuparsi di ogni aspetto in materia fiscale. 

Chiaramente, l’aspetto più interessante e potenzialmente decisivo nella scelta del servizio ha a che fare con le opportunità di guadagno e soprattutto con la considerazione delle cifre che si possono ottenere. Naturalmente non si può fornire una risposta univoca e valida per tutti in proposito, poiché i rendimenti cambiano sulla base del percorso di investimento per cui si opta; in linea di massima, comunque, è bene sapere che i risultati si vedono sul medio e sul lungo termine, piuttosto che sul breve periodo. I grafici mostrano dei trend di crescita che di tanto in tanto sono intervallati da cali fisiologici, inevitabili soprattutto quando si tratta di investimenti molto remunerativi. I fondi caratterizzati da un rischio più elevato sono in grado di toccare rendimenti pari al 30%. 

Comments

comments

admin