Archivio della categoria: News Finanza

VLC Download : Il migliore lettore multimediale free del web

Esistono molti software open source in rete ma pochi riescono ad offrire servizi davvero professionali. Tra i software open source per la riproduzione file audio video spicca VLC Media Download

Se conoscete il famosissimo windows media player di certo potrete intuire quale sia il funzionamento di VLC Download. La peculiarità di questo programma consiste nel supportare una stragrande quantità di formati:

File audio

OGG

MP3

WAV

WMA

File video

AVI

MPEG

WMV

Uno sei principali vantaggi di VLC Download risulta essere quello relativo ai codec, infatti, non vi è bisogno di cercare i codec, il programma parte in automatico non appena si inserisce il DVD nel lettore del PC.

Altro requisito importante di VLC Download è la personalizzazione, l’aspetto grafico del programma è altamente personalizzabile grazie ad una svariata gamma di schermate disponibile che rendono la grafica nettamente diversa rispetto alla versione classica.
Vi è la possibilità di riprodurre la grafica dei lettori multimediali più famosi come : Windows Media Player o quello rilasciato dalla Apple.

Ma il punto di forza di VLC Download sta nella sua assoluta semplicità di utilizzo e dalla sua immediatezza. Il software si installa in pochi minuti ed è progettato per girare anche su computer non proprio moderni. La versione aggiornata del programma da anche la possibilità di visualizzare i sottotitoli dei DVD. Ovviamente il programma è completamente gratuito, se però si vuole sostenere il progetto basta fare una donazione attraverso Paypal direttamente dal sito.

Istat: è diminuito il fatturato dell’industria

Si è registrato un calo del fatturato dell’industria italiana a maggio. La diminuzione è stata dell’1,7% rispetto ad aprile, anche se c’è stata una crescita del 10,8% su base annua. La tendenziale crescita è dovuta, tuttavia , dal mercato estero (+15,4%). Questi dati sono stati diffusi dall’Istat. Gli ordinativi sono saliti del 4,1% rispetto ad aprile e del 13,6% su base annua. L’aumento congiunturale, dopo un ribasso record del mese precedente, e’ portato avanti dal mercato estero (+12,2%). Bene il fatturato autoveicoli su base annua, che e’ cresciuto del 18,4%. Anche gli ordinativi vanno bene, rispetto a maggio 2010, avendo registrato una crescita del 9,7%. Facendo una media degli ultimi tre mesi (marzo-maggio) l’indice del fatturato dell’industria e’ cresciuto del 3,8% rispetto ai tre mesi precedenti (dicembre-febbraio). Ad incidere negativamente sulla flessione congiunturale e’ stato proprio il declino del mercato interno (-2,9%), mentre quello estero ha mostrato cenni di ripresa (+0,9%). Su base annua, la crescita a doppia cifra e’ dovuta dalla componente estera (+15,4%), mentre il mercato interno cresce di meno (+8,7%). L’incremento congiunturale degli ordinativi totali e’ trainato dall’incremento di quelli esteri (+12,2%).


Istat: a maggio le esportazioni quasi ferme

Non sono confortanti i dati comunicati dall’Istat in merito alle esportazioni italiane. A maggio,infatti, l’export italiano è rimasto pressoché fermo rispetto al mese precedente, con una variazione congiunturale leggermente positiva’ che si attesta sullo +0,1%, mentre l’import e’ risultato un po’ negativo (-0,3%).L’Istat ha messo in evidenza che nei mercati extra Ue si sono ravvisate forti flessioni dei flussi, mentre, quelli UE registrano andamenti positivi . Sono le vendite (+19,9%) e gli acquisti all’estero (+18,9%) i fattori trainanti la crescita, su base annuale. Nel mese di maggio, il deficit commerciale dell’Italia si è attestato a 2,4 miliardi di euro, con un miglioramento in confronto ai mesi prima, e quasi analogo a quello di maggio 2010. L’Istat ha rivelato,poi, che è positivo il saldo della bilancia non energetica, che si attesta a 2,8 miliardi, molto meglio dell’ anno scorso , che era pari a 2,1 miliardi di euro.

Mediolanum chiude 2010 con utili in crescita del 3%

 

Tempo di bilanci per le banche italiane. E’ il caso di Mediolanum, il cui consiglio di amministrazione ha approvato il bilancio d’esercizio e quello consolidato (cioè di gruppo) registrando per il secondo una crescita dell’utile netto pari a 247 milioni, su cui pesa tuttavia l’influenza di circa 23 milioni di euro da plusvalenze della vicenda Lehman Brothers.

Al netto dell’operazione appena ricordata, l’utile netto risulta essere pari a 224 milioni di euro, in sviluppo di tre punti percentuali rispetto al risultato d’esercizio netto conseguito nell’anno precedente. Positivo è anche il dato sull’utile ante imposte, che nel 2010 si è fermato a quota 275 milioni di euro, in aumento del 7% su base annua.

I commenti degli analisti sull’andamento economico finanziario della banca sono stati pressoché positivi, visto e considerato che il trend assunto dall’utile netto nell’ultimo anno ha superato anche le aspettative dell’istituto di credito, nonostante un livello piuttosto basso dei tassi di riferimento nei mercati finanziari, e una crisi di fiducia che non può che aver interessato anche il settore bancario.

Per quanto concerne gli altri dati quantitativi, ricordiamo che la raccolta netta è stata pari a 4,048 miliardi di dollari, con volumi di masse amministrate in crescita del 14% a 45,849 miliardi di euro. Bene anche l’andamento dei mutui e degli altri impieghi.