Archivio mensile:Giugno 2013

Opzioni binarie 60 secondi: quando la speculazione raggiunge il suo massimo

 

Il trading é un’attività speculativa, si “gioca” sulle tendenze e sui massimi e minimi, si fa riferimento all’analisi tecnica dei mercati finanziari, una vera arma del trader, e si compra in prossimità dei minimi e si vende in prossimità dei massimi, ogni tanto, ma non sempre, si perde e si deve quindi fare i conti con la propria emotività.

Dunque il trading tradizionale è rischioso, o meglio, é un’attività imprenditoriale che come tale è soggetta al rischio d’impresa. Con il trading tradizionale ci si può arricchire, anche se improvvisandosi trader si rischia di perdere tutto il capitale investito. Insomma, per fare trading ci vogliono conoscenza, tecnica e tenacia.

E LE OPZIONI BINARIE?

Le opzioni binarie sono una trovata recente e non si possono accostare assolutamente alle opzioni vanilla che sono tutta un’altra storia. Le opzioni binarie sono uno strumento di tipo derivato che fonda le sue basi sulla semplicità di utilizzo e sulla facilità sia di vincere sia di perdere.

Ovviamente se si investe in opzioni binarie in modo superficiale, allora si corre il rischio di perdere tutto, infatti, anche l’investimento in opzioni deve essere affrontato in modo razionale, altrimenti, le perdite sono assicurate.

LE OPZIONI 60 SECONDI

La speculazione allo stato puro, le opzioni 60 secondi sono rischiose per chi non sa affrontare questa tipologia di trading, ma risultano essere estremamente redditizie per chi invece tale tipologia la conosce e la padroneggia. Le opzioni 60 secondi sono opzioni frenetiche in cui il trader deve fare previsioni di tipo binario che devono verificarsi entro e non oltre 1 minuto dall’apertura della posizione.

Questo implica grande precisione nel cogliere i punti di minimo e di massimo e quindi i punto di supporto e di resistenza di prezzo. Investire in opzioni binarie 60 secondi significa basarsi esclusivamente sull’analisi tecnica e sui supporti e le resistenza, infatti, solo tali punti possono essere sfruttati per guadagnare, altri modi non ci sono o sono troppo rischiosi per essere definiti convenienti.